Cranio Sacrale Lavena Ponte Tresa

Ogni organo, muscolo o tessuto è rappresentato in una precisa area del sistema Cranio Sacrale Lavena Ponte Tresa attraverso il percorso dei nervi e associato alle connessioni fasciali.

Questa connessione è utile, attraverso un processo di interazione bidirezionale, per diagnosticare le disfunzioni e ristabilire un equilibrio funzionale; le disfunzioni si riflettono dai tessuti al sistema Cranio-Sacrale e le forze correttive dal sistema vengono riflesse nelle aree affette.

Restrizioni, blocchi o disfunzioni di qualsiasi tipo e in qualsiasi parte del corpo vengono riflessi come disturbi del ritmo e della simmetria del sistema cranio-sacrale, o come pulsazioni anormali e tensioni entro i tessuti del corpo. Questi possono essere identificati, tracciati alla sorgente e diagnosticati dall’operatore cranio-sacrale.

Nel trattamento del sistema Cranio Sacrale Lavena Ponte Tresa il terapista cerca di identificare aree di restrizioni, compressioni o tensioni attraverso il corpo che possono impedire un corretto funzionamento degli organi, dei muscoli, dei nervi, la circolazione del sangue e i tessuti del corpo in generale. Queste restrizioni possono essere il risultato di danni, infezioni, infiammazioni, tensioni emotive o patologie o possono anche essere causate da compressioni avvenute durante il processo di nascita.

Il trattamento Cranio Sacrale Lavena Ponte Tresa, consiste nel porre le mani gentilmente sul corpo, identificando le aree di restrizione o tensioni, e seguendo anche le più piccole pulsazioni e movimenti che si manifestano nel sistema Cranio-Sacrale fino a che dei punti di resistenza vengano rilasciati, facilitando il ritorno dei tessuti all’equilibrio, aiutando a ristabilire la propria funzionalità nelle aree affette del corpo. Tutte queste strutture pulsano con un movimento simmetrico, equilibrato e ritmico (definito ritmo craniale) che si riflette all’esterno tramite le strutture fasciali, cioè connettivali, a tutte le parti del corpo.